23 Ago

Antifurto Bloccavolante Bullock Defender

Antifurto Bloccavolante Bullock Defender

Bullock Defender, il nuovo bloccavolante universale, per una protezione totale del tuo volante!
Bullock Defender, il nuovo antifurto universale per volante è un prodotto unico e brevettato, in grado di proteggere qualunque tipo di veicolo ed assicurare una protezione totale del volante anche contro il furto degli airbag.

Grazie al pratico braccetto regolabile sia in lunghezza che in altezza Bullock Defender può essere applicato su qualunque tipo di volante ed essere utilizzato per proteggere qualunque tipo di automobile. Inoltre, l’innovativo e brevettato sistema di chiusura automontante assicura la massima praticità e la massima facilità durante l’utilizzo quotidiano del prodotto.

Le dimensioni ed il peso particolarmente contenuto ne fanno un antifurto adatto anche ad un pubblico femminile. L’interno dell’antifurto è stato rivestito di morbida gomma per non graffiare il volante quando l’antifurto è in funzione.

DOTAZIONE: 3 chiavi.

03 Ago

KIT SET LAMPADE PHILIPS

KIT SET LAMPADE PHILIPS

KIT SET LAMPADE PHILIPS H4 60/55W +EXTRA60% 4300K BIANCA+2 LUCI DI POSIZIONE W5W
Prezzo: 17,99 €

Le lampade Philips WhiteVision aggiungono un accattivante look bianco Xenon ai fari della tua auto, per un’esperienza di guida notturna davvero eccezionale. La maggiore luminosità,con la luce del 40% più bianca, fa della WhiteVision la combinazione perfetta di sicurezza e stile!

In conformità con il codice della strada; luce bianca ad intensità totale 

In conformità con il codice della strada; luce bianca ad intensità totale Le WhiteVision sono dotate di marchio ECE e sono le prime luci bianche ad intensità elevata consentite dal codice della strada. Ti offrono una visibilità superiore senza compromessi sulla sicurezza evitando di abbagliare le auto che sopraggiungono.

60% di luce in più su strada per la massima visibilità 

60% di luce in più su strada per la massima visibilità Un fascio luminoso più lungo con il 60% in più di luce ti consente di vedere gli altri utenti della strada in modo più nitido. La sicurezza viene così migliorata, dandoti più tempo per reagire a potenziali pericoli.

Durata superiore per un maggior 

comfort di guida 

Durata superiore per un maggior comfort di guida Le luci per fari Philips WhiteVision (disponibili nelle opzioni H1, H3, H4, H7, T4W e W5W) sono progettate per durare. Offrono una durata superiore di 450 ore*. Questo valore è nettamente superiore rispetto alle offerte della concorrenza. In questo modo le sostituzioni sono meno necessarie e il risparmio risulta superiore. 

(*H4 e H7 testate con una tensione standard di 13,2 V)

Fascio di luce nitido con luce bianca 

superiore del 40% (4.300 Kelvin) 

Fascio di luce nitido con luce bianca superiore del 40% (4.300 Kelvin) Con 4.300 Kelvin e una luce bianca superiore del 40%, le luci per fari Philips WhiteVision illuminano la strada con un fascio di luce bianca nitida che illumina subito l’oscurità. Un fascio luminosto di qualità per un’esperienza di guida ottimale.

SCALA KELVIN

Image and video hosting by TinyPic

02 Ago

LA WIX-FILTRON SI UNISCE AL GRUPPO MANN+HUMMEL.

LA WIX-FILTRON SI UNISCE AL GRUPPO MANN+HUMMEL.

Il 4 maggio dell’anno corrente ha avuto termine il processo di ingresso della WIX-FILTRON nel gruppo MANN+HUMMEL, in risultato del quale è sorta una delle aziende più grandi nel mondo specializzata nella tecnologia di filtrazione.

L’unione delle due aziende, la MANN+HUMMEL e la Affinia Group, alla quale appartiene la WIX-FILTRON Sp. z o.o. [Srl] con sede a Gostyń, ha permesso di creare un’organizzazione con una posizione primaria nel mercato globale, che fornisce le migliori soluzioni innovative nel campo della filtrazione, sia nel settore automobilistico sia in quello industriale. L’attività congiunta fornisce la possibilità di sfruttare al meglio la lunga esperienza e la tradizione di entrambe le aziende. I marchi WIX e FILTRON contribuiscono a rafforzare la posizione di tutta l’azienda attraverso l’allargamento del portafoglio dei prodotti offerti e la possibilità di accesso a nuovi mercati di vendita.

La WIX-FILTRON si prende cura dei suoi dipendenti e supporta la comunità di Gostyń già da più di 30 anni – ad iniziare dal momento dell’apertura dello stabilimento locale di produzione fino alla sua trasformazione in un’impresa di portata globale. I cambiamenti che sono avvenuti in particolare nel campo organizzativo non cambieranno certamente questo rapporto. Come maggior datore di lavoro della regione, la WIX-FILTRON offre emolumenti concorrenziali, assistenza medica e le migliori condizioni nell’ambito di sicurezza, igiene del lavoro e protezione ambientale. Attualmente conta 1800 dipendenti. La produzione e il servizio clienti rimarranno nella sede di Gostyń, pur se cambierà la denominazione dell’azienda, che farà riferimento all’attuale forma giuridica dell’impresa. L’accesso alle più moderne tecnologie ed ai processi ottenuto dalla nuova società madre permetterà senza dubbio di raggiungere risultati sempre migliori nell’ambito di produzione, vendita e servizio dei mercati, mentre ai dipendenti aprirà la strada a nuove competenze ed esperienze.

02 Ago

Il modulo per la filtrazione olio di UFI Filters conquista BMW.

Il modulo per la filtrazione olio di UFI Filters conquista BMW.

– Modulo filtro olio completo per motorizzazioni 3,0l, sia diesel sia a benzina
– Corpo filtro in plastica rinforzata con fibre di vetro
– Prodotto esclusivo per l’aftermarket

Nogarole Rocca, 10 Maggio 2016– UFI Filters, azienda leader a livello mondiale nelle tecnologie legate alla filtrazione dei fluidi, annuncia oggi un’importante fornitura a BMW. Si tratta di un modulo completo per la filtrazione olio destinato alle motorizzazioni 3,0l di cilindrata, sia diesel sia a benzina.

Con questa fornitura, UFI Filters consolida la collaborazione con l’importante Gruppo Bavarese, per il quale già da anni sviluppa prodotti per la filtrazione del gasolio. L’accordo conferma l’elevata tecnologia e affidabilità dei filtri olio UFI, che si stanno sempre più affermando tra i Costruttori di Veicoli.

Attualmente il modulo completo per la filtrazione dell’olio motore sviluppato da UFI Filters equipaggia i motori a benzina B58 e diesel B57: il primo in dotazione a BMW 340i, 440i e 740i; il secondo a BMW 730d e 740d. A partire dal 2017, il filtro andrà a equipaggiare gli stessi motori anche su BMW serie 5 e su ogni altra serie in gamma.

Luca Betti, Direttore della Business Unit Aftermarket del Gruppo UFI, afferma: “Siamo onorati che BMW si sia affidata a UFI Filters per il modulo olio, ulteriore conferma di quanto queste nostre soluzioni di filtrazione siano sempre più evolute. I nostri clienti dell’aftermarket potranno così presto beneficiare di prodotti ad alto valore aggiunto, sviluppati secondo gli standard più stringenti del mercato del Primo Equipaggiamento”.

LA TECNICA: MATERIALI EVOLUTI E RISPETTOSI DELL’AMBIENTE

Il corpo filtro: plastica rinforzata
Il modulo olio fornito a BMW è composto da un corpo filtro, primo di questo tipo per UFI Filters e identico per le due tipologie di alimentazione, realizzato totalmente in plastica rinforzata con fibre di vetro.
La struttura in plastica assicura un importante risparmio di peso rispetto alle analoghe in metallo (-35% circa), con conseguente contenimento di consumi e di emissioni inquinanti. La presenza della fibra di vetro rinforza notevolmente la struttura del corpo. Questo consente al filtro di operare anche in presenza di pressioni fino a 5 bar per il diesel e addirittura superiori per il benzina, come succede per gli analoghi pressofusi in metallo.

Il media filtrante: prestazioni da Euro 6 e totale assenza di metallo
L’elemento filtrante del modulo olio fornito a BMW è realizzato con un media in grado di massimizzare la superficie filtrante e minimizzare le cadute di pressione, su entrambe le alimentazioni. Beneficia di un innovativo metodo di incollaggio tramite ultrasuoni che migliora la tenuta anche in condizioni operative particolarmente gravose, evitando l’uso di metallo. L’efficienza filtrante del 50% @13μ è completamente in linea con le richieste della nuova normativa Euro 6. Il media filtrante è totalmente riciclabile, ulteriore conferma dell’impegno dell’azienda finalizzato a ridurre l’impatto ambientale dei suoi prodotti.

Il modulo completo: tutto ciò che serve
Il modulo olio fornito a BMW si completa con uno scambiatore di calore e una serie di valvole sviluppate e realizzate interamente da UFI Filters. All’interno del corpo troviamo: una valvola di by-pass e due valvole anti-svuotamento, una delle quali può lavorare anche come valvola di by-pass.

Prodotto esclusivo per l’aftermarket
L’elemento filtrante del modulo olio sviluppato per BMW sarà disponibile, entro il secondo trimestre del 2016, primo in assoluto sul mercato, per i clienti aftermarket di UFI Filters, sia a marchio UFI sia Sofima (con i rispettivi codici UFI 25.148.00 e S 5148 PE). Da oggi ai prossimi anni si prevede la vendita di un gran numero di vetture dotate di questo filtro. Molte di queste saranno appannaggio di flotte aziendali, più propense ad affidarsi alla riparazione indipendente, aspetto che renderà il filtro olio UFI un prodotto di particolare rilievo per l’aftermarket.

02 Ago

Tesla: Bosch e Mobileye risolveranno i problemi di Musk con l’Autopilot?

Tesla: Bosch e Mobileye risolveranno i problemi di Musk con l’Autopilot?

Musk dice che l’Autopilot di Tesla può essere migliorato con un aggiornamento software e le idee di Bosch e Mobileye: l’intervento sarà risolutivo?

 

Tesla: Bosch e Mobileye risolveranno i problemi di Musk con l’Autopilot?

Mala tempora currunt: questa frase di Cicerone, pronunciata circa 2.000 anni fa, si adatta ad una delle tecnologie più moderne dei nostri giorni: il sistema Autopilot di Tesla. Se pochi giorni addietro era Consumer Report a chiedere a Tesla di disabilitare l’Autopilot, qualche tempo prima era stata NHTSA ad aver aperto un’indagine (leggi perché Elon Musk non vuole disattivare l’Autopilot) per fare chiarezza sugli incidenti che sarebbero avvenuti durante la guida con il sistema inserito.

 

L’illustre oratore romano chiudeva così la sua frase, prevedendo tempi peggiori, e in affetti il sistema Tesla- ricordiamo che la piattaforma è in versione Beta ed è classificata di livello 2: è quindi ben lontana dalla piena autonomia – è stato “attenzionato” anche nel Vecchio Continente (leggi dell’inchiesta sulla sicurezza di Autopilot anche in Europa). In casa Tesla non ci si perde però d’animo e si annunciano novità che potrebbero colmare le lacune che il sistema ha dimostrato di avere. Mentre attendiamo il disvelamento della seconda parte del Master product plan di Tesla, scopriamo infatti che Elon Musk sta lavorando insieme ai suoi fornitori per migliorare il controverso “pilota automatico” delle Tesla.

I CINGUETTII RIVELATORI

Scorrendo i Tweet dell’account personale di Musk, oltre alla notizia che sta ascoltando la colonna sonora di Gastby (sarà il film ‘Il grande Gatsby’?) mentre lavora al Plan, possiamo infatti capire come si stia lavorando al radar delle auto con l’uso di temporal smoothing (un processamento dei dati) per creare una ‘nuvola di punti’ che rappresenti gli oggetti intorno all’auto, simile a quella creata dai LIDAR (radar che usano luce visibile invece di microonde), componenti usati, per esempio, dalle Google Car. Ma Musk dice di non volersi convertire al LIDAR: in un altro Tweet il CEO di Tesla scrive che il radar, a differenza del LIDAR, riesce a ‘vedere’ attraverso la pioggia, la nebbia, la neve e la polvere. Un altro cinguettio rafforza il concetto, citando compiaciuto che la lunghezza d’onda del radar Tesla, 3,9 millimetri, permette di avere sia una risoluzione decente sia una buona penetrazione nella pioggia (leggi come Google stia sperimentando nuovi test in salita e con la pioggia).

LIDAR IN VISTA?

Il 17 luglio Musk parla di una telefonata con Bosch Global (il radar è Bosch): la chiamata è riferita essere promettente dal punto di vista di un miglioramento di Autopilot via software. Dello stesso giorno è un Tweet nel quale parla del supporto che sta avendo da Bosch e MobilEye (il fornitore della videocamera), invitando a criticare eventualmente solo tesla e non i suoi fornitori. In altri Tweet parla di una sorta di sondaggio, condotto fra i proprietari delle Tesla e nel quale si era chiesto se volevano che Autopilot fosse disattivato. Il risultato, come puntualizzato dallo stesso Musk, è stato “0,0%, non 0,1%”. A ieri risale invece un Tweet che riferisce come si stesse lavorando alla Model 3 e all’Autopilot. Molti costruttori usano il LIDAR e una lancia in suo favore è stata spezzata da Stefan Sommer, CEO del grande fornitore ZF: “Per la guida autonoma si avrà bisogno di tre tecnologie principali: elaborazione delle immagini delle videocamere, radar a raggio breve e lungo e LIDAR”. Nessun cenno dei sensori ad ultrasuoni usati da Tesla mentre nel tragico incidente mortale ad essere salito sul banco degli imputati è stato proprio il radar. Sarà per questo che una Model S con il LIDAR è stata avvistata a Palo Alto, vicino al quartier generale di Tesla? Chissà se sarebbe possibile montarlo in retrofit…

02 Ago

CASTROL REINVENTA IL CAMBIO DELL’OLIO CON NEXCEL.

CASTROL REINVENTA IL CAMBIO DELL’OLIO CON NEXCEL.

LA RIVOLUZIONARIA TECNOLOGIA CHE RENDE IL CAMBIO DELL’OLIO RAPIDO, INTELLIGENTE E SEMPLICE

Oggi a Londra, New York e Tokyo, Castrol lancia Nexcel, una nuova tecnologia rivoluzionaria che rappresenta una delle più significative innovazioni in tutta la storia dei motori nell’ambito del cambio dell’olio.

 

Lo speciale serbatoio dell’olio Nexcel è un’unità di semplice sostituzione, che contiene sia olio motore che filtro. È stato concepito per ridurre le emissioni di CO₂ dal tubo di scarico, migliorare la manutenzione dei veicoli e aumentare il riciclaggio degli oli usati per auto da strada in futuro.

 

Richard Parry-Jones, leader nel settore automobilistico e Presidente del Comitato Consultivo di Nexcel ha dichiarato: “Se guardiamo indietro alla storia di Castrol noteremo che sono degli innovatori che hanno impiegato la scienza per migliorare le prestazioni dei loro lubrificanti e diventare leader nel loro settore. Nexcel rappresenta una delle loro innovazioni più significative. Offre una soluzione a un problema sempre più pressante per i produttori e, quando la tecnologia Nexcel diventerà standardizzata, la gente si domanderà come abbiamo potuto fare diversamente finora”.

 

Il sistema offre a produttori e guidatori tre vantaggi principali in fatto di riduzione della CO₂, sostenibilità e manutenzione:

  • Nexcel è stato concepito per ridurre le emissioni di diossido di carbonio (CO₂) dal tubo di scarico garantendo una corrispondenza precisa olio-motore e aiutando l’olio a riscaldarsi più rapidamente.
  • Lo speciale contenitore dell’olio “plug’n’play”, facilmente amovibile dal cofano, consente di cambiare olio e filtro in un unico passaggio, rapido e pulito, che richiede circa 90 secondi e permette agli installatori di offrire opzioni di assistenza più flessibili e convenienti ai clienti.
  • Il contenitore dell’olio sigillato garantisce che il lubrificante usato sia raccolto in maniera sicura e possa essere riciclato per produrre nuovo olio motore di alta qualità.

QUANDO LA TECNOLOGIA NEXCEL DIVENTERÀ STANDARDIZZATA, LA GENTE SI DOMANDERÀ COME ABBIAMO POTUTO FARE DIVERSAMENTE FINORA

RICHARD PARRY-JONES, PRESIDENTE DEL COMITATO CONSULTIVO NEXCEL

Castrol reinventa il cambio dell’olio con Nexcel

La supercar Aston Martin Vulcan, destinata all’impiego in pista, sarà il primo veicolo a impiegare la tecnologia Nexcel.

 

L’Amministratore Delegato di Aston Martin, il Dr Andy Palmer ha dichiarato: “Riteniamo che la Aston Martin Vulcan stabilisca uno standard interamente nuovo nella classe delle supercar di gran lusso, proprio come la tecnologia Nexcel stabilisce uno standard completamente nuovo nell’ambito della lubrificazione motore. Ci è dunque sembrato ideale mettere insieme queste due innovazioni ingegneristiche e mettere in mostra le loro capacità”.

Il sistema Nexcel è stato sperimentato su tutta una serie di motori, da quelli delle piccole city car ai motori da corsa più potenti e all’avanguardia in condizioni estreme. Ha funzionato correttamente anche in condizioni di frenata estreme di un massimo di 1,8G, equivalente alla frenata in 1,6 secondi di un’auto che viaggia a 100km/h. Inoltre, il flusso di lubrificante nell’impianto è stato testato fino a un valore di 600 litri al minuto, valore da 10 a 20 volte superiore a quanto previsto in un motore per auto convenzionale.

 

Testare Nexcel installandolo su un’auto a basso volume come la supercar Aston Martin Vulcan da pista ha consentito di accelerare lo sviluppo del serbatoio dell’olio; ciò significa che sarà pronto per la produzione di massa molto prima. Il sistema sarà montato di serie sulla Vulcan, e si prevede che auto da strada dotate di Nexcel entrino in produzione nel giro di cinque anni.

 

Paul Waterman, Amministratore Delegato di Castrol, ha dichiarato: “Riteniamo che questo sia uno dei maggiori passi avanti nell’ambito della tecnologia per il cambio dell’olio nella storia dei motori a combustione. Gli ingegneri Castrol sono leader nel settore e hanno ideato una tecnologia realmente innovativa. Si tratta del risultato di quasi tre anni di lavoro, ma non appena la gente vedrà i vantaggi in termini di emissioni e assistenza, oltre ai notevoli vantaggi ambientali, si chiederà perché tutto questo non sia stato fatto prima”.

02 Ago

Concorso fotografico KYB.

Concorso fotografico KYB.

Dopo il successo dell’edizione 2014, KYB Europe aftermarket ha lanciato un nuovo concorso fotografico su Facebook.

 

Il concorso è finalizzato a portare l’attenzione del pubblico sul grande numero di veicoli che circolano con sospensioni in cattivo stato: fino a un’auto su quattro.
I meccanici di tutta Europa potranno inviare le foto di ammortizzatori e molle, in condizioni pessime, delle auto portate presso di loro. KYB selezionerà le foto più significative che mettono in risalto la cattiva condizione di ammortizzatori e molle, e gli amici di KYB potranno poi votare i vincitori.

 

KYB sta facendo crescere la propria presenza sui social e anche tramite questi mezzi desidera ricordare ai meccanici quanto sia importante controllare gli ammortizzatori, le molle e i kit di montaggio e protezione ogni volta che un’auto entra in officina.

 

I premi per le migliori foto comprendono una selezione di attrezzi prodotti da Sykes Pickavant, oltre ad abbigliamento KYB.

 

Il concorso parte venerdì 22 luglio 2016 (alle 11:00, ora italiana) e terminerà il 30 settembre 2016 (sempre alle 11:00). In questo periodo sarà possibile iscriversi tramite la pagina Facebook di KYB Europe,

www.facebook.com/KYBSuspension

 

Tempistiche, termini e condizioni del concorso possono essere consultati sul sito alla pagina

http:www.kyb-europe.com/terms/

cliccando su “Italiano” per accedere alla documentazione completa del concorso:

http://www.kyb-europe.com/terms/documents/FacebookPhotoCompetitionTsandCsItalian.pdf

 

KYB è uno dei principali produttori di ammortizzatori di primo impianto. La stessa qualità eccellente degli ammortizzatori OE è disponibile per il mercato europeo dell’aftermarket. KYB fornisce anche una vasta gamma di molle, kit per il montaggio delle sospensioni e kit di protezione.

 

Per ulteriori informazioni su KYB e l’ampia gamma dei suoi prodotti, potete visitare il sitowww.kyb-europe.com e  in partiolare l’area catalogo http://www.kyb-europe.com/kyb-italy/catalogo.asp

02 Ago

Con Bosch il pedale del gas diventa intelligente e sicuro.

Con Bosch il pedale del gas diventa intelligente e sicuro.

L’internet of things è e sarà sempre più un elemento dominante nelle auto. La capacità di creare un innovativo e virtuoso dialogo tra il conducente e l’automobile, oltre ad impattare sui fornitori aftermarket e sugli autoriparatori (che devono, ora più che mai, aggiornare le proprie competenze professionali funzionali a saper fare interventi d’officina sempre più complessi) aiuta a migliorare (e non poco) il quoziente di sicurezza stradale. Fronte su cui punta fortemente l’impegno e l’attenzione della divisione Auto Parts di Bosch che annovera una vasta gamma di autoricambi caratterizzati da qualità, affidabilità e innovazione tecnologica. Su quest’ultimo campo, le ultime novità di settore vengono annunciate tramite l’account ufficiale di twitter. Riguardano il pedale dell’acceleratore. Sotto di esso, Bosch ha creato un sistema di alert fatto di dolci vibrazioni che segnalano al guidatore quando si fa un uso eccessivo del carburante (con un risparmio fino al 7%). Questo strumento, inoltre, può anche avvertire se si superano i limiti di velocità o se la velocità raggiunta, in una determinata circostanza, può avvicinarsi a delle condizioni pericolose che possono mettere a rischio la sicurezza al volante.