30 Mar

Offerta Phonocar

Offerta Phonocar

Offerta sensori di parcheggio Phonocar

Il parcheggio, è una delle manovre più difficili che un autista si trova a dover compiere giornalmente.
Ci si può trovare in situazioni davvero complicate. Spazi ridottissimi tra due auto, dissuasori di parcheggio a pochi centimetri, barriere a distanze proibitive, sono solo alcuni esempi di quello che si può trova nella giungla cittadina quando si è in cerca di un posto auto.
In tutti questi casi, avere un’auto con sensori di parcheggio può essere una vera manna dal cielo sia per l’auto che per il tuo portafogli.

Il Kit di Sensori di parcheggio Phonocar, rappresenta un’ottima soluzione nel caso in cui la tua auto non monta di serie un accessorio così utile!
In pochi minuti e con un piccolo investimento, potrai trasformare la tua auto e godere di un utilissimo optional dalla qualità garantita Phonocar.
Approfitta dell’offerta e chiama al n° 081 18860612 oppure al n°081 19512085 e chiedi informazioni direttamente al sig Luigi che sarà lieto di darti tutte le indicazioni relative al prodotto in offerta speciale!
In alternativa invia un’e-mail al seguente indirizzo venditab2c@marronesrl.com e richiedi tutte le info di cui hai bisogno.

Kit di Sensori di parcheggio Phonocar, mod.06909
posteriori a filo paraurti con Autoblanking
Dimensioni unità centrale  98x72x25 mm. 98x72x25 mm.
Alimentazione 10 ÷ 25 V 10 ÷ 25 V
Disattivazione automatica – 20 sec.
Dimensioni sensore   Ø 18×17 mm. Ø 18×17 mm.
Supporti piani n. 4 n. 4
Supporti inclinati  n. 4 n. 4
Profondità regolabile  17 mm. 17 mm.
Foro installazione Ø 18 / 22 mm. Ø 18 / 22 mm.
Temperatura d’esercizio  – 20 +70 °C – 20 +70 °C
Lunghezza cavo sensori 2,5 m. 5 m.

Non compatibile con paraurti di metallo

18 Mar

L’auto di serie più piccola del mondo, all’asta per 176.000 dollari

L’auto di serie più piccola del mondo, all’asta per 176.000 dollari

AMELIA ISLAND – Regolarmente targata e omologata per circolare su tutte le strade, l’auto di serie più piccola del mondo mai prodotta, una Peel P50 del 1964, è stata una delle protagoniste dell’asta di Amelia Island. All’evento organizzato in Florida da Sotheby’s, la ”mini” vettura è stata aggiudicata per 176.000 dollari, al cambio circa 159mila euro.

Tre piccole ruote, un solo posto, niente vano bagagli, a spingerla un motore monocilindrico di 49 cc da 4,5 Cv abbinato a un cambio manuale a tre rapporti, la Peel P50 è lunga appena 1,34 metri, è larga 99 centimetri ed è alta 1,2 metri. Leggerissima, grazie anche alla cabina realizzata in fiberglass, nonostante la potenza contenuta può raggiungere i 60 km/h.

Tra Ferrari, Aston Martin, Alfa Romeo, Rolls-Royce e numerose vetture d’antan a stelle e strisce, è stata proprio la rara macchina costruita nell’Isola di Man una di quelle che ha attratto maggiormente la curiosità e le attenzioni degli appassionati presenti all’evento statunitense. L’esemplare messo all’incanto, proveniente dal Bruce Weiner Microcar Museum di Madison, in Georgia, è uno dei 26 ancora in circolazione dei 47 prodotti ed è in tutto simile a quello di colore blu che è stato protagonista di un’esilarante puntata di Top Gear. In uno sketch della trasmissione televisiva della BBC, la mini vettura era stata guidata da Jeremy Clarkson tra le strade di Londra, mostrando con sorpresa l’attualità delle sue qualità.

11 Mar

Multa per errata gestione dello smaltimento delle vecchie gomme? Può succedere!

Multa per errata gestione dello smaltimento delle vecchie gomme? Può succedere!

Con la nuova normativa ambientale introdotta lo scorso anno, è bene seguire alcuni accorgimenti nell’acquisto e sostituzione di pneumatici per evitare di inciampare in brutte sorprese, come spiegano da Ecopneus


Vedersi recapitare una multa per errata gestione dello smaltimento delle vecchie gomme? Può succedere, se non ci si rivolge alla filiera ufficiale e non si seguono i passaggi d’obbligo. Sembra impossibile, ma in seguito alla normativa ambientale introdotta la scorsa estate, oltre al gommista, potrebbe diventare corresponsabile del danno ambientale anche il soggetto che chiede la sostituzione dei pneumatici, ovvero il proprietario dell’auto, moto o scooter in questione. “Nell’estate del 2015 – spiegano da Ecopneus – è stata introdotta una normativa ambientale che ha esteso la cerchia delle persone che, per legge, possono essere ritenute responsabili per la gestione dei rifiuti: tale responsabilità non si riferisce più solo a coloro che hanno materialmente generato/prodotto un rifiuto, ma anche a coloro a cui sia ‘giuridicamente riferibile’ la produzione di un rifiuto”.

Come assicurarsi che i vecchi pneumatici vengano smaltiti correttamente e scongiurare il coinvolgimento in eventuali sanzioni? Innanzitutto è necessario “effettuare la sostituzione dei pneumatici presso un ‘gommista’ o officina debitamente autorizzata, facendosi rilasciare (e conservandolo) all’atto della sostituzione un documento fiscale per la vendita dei pneumatici di nuovo acquisto e per gli eventuali servizi annessi (fattura o ricevuta/scontrino fiscale), da cui risulti visibile l’avvenuto pagamento del contributo ambientale previsto dalla legge per la corretta gestione del pneumatico-rifiuto”, suggeriscono da Ecopneus, società senza scopo di lucro per il rintracciamento, la raccolta, il trattamento e il recupero dei pneumatici fuori uso.

Inoltre è buona norma “lasciare i pneumatici sostituiti e che non si intendono più utilizzare, solamente al gommista o officina presso i quali è stato effettuato il cambio dei pneumatici, accertandosi che essi operino nel rispetto degli obblighi di legge previsti dal D.M. 82/2011. Il gommista o l’officina hanno l’obbligo di prendere in carico gratuitamente il pneumatico sostituito e di gestirlo correttamente. Al contrario, la presa in carico e gestione di pneumatici-rifiuto dallo stesso conduttore del veicolo comporta oneri e responsabilità di legge, anche sanzionabili”, proseguono gli esperti.
E se si acquistano le gomme nuove in un negozio diverso dalle officine autorizzate, ad esempio su internet o in un megastore, “il contributo ambientale deve essere pagato all’atto dell’acquisto e deve risultare visibile nel relativo documento fiscale di vendita (fattura o ricevuta/scontrino fiscale). In questo caso, nel momento della successiva sostituzione del pneumatico, non si devono pagare ulteriori contributi ambientali di sorta per la corretta gestione del pneumatico. Il relativo documento fiscale del gommista o dell’officina, presso i quali è stato effettuato il cambio pneumatici, deve riportare solo i servizi ottenuti (sostituzione, equilibratura, verifica convergenza, ecc.)”, specificano da Ecopneus. Attenzione, quindi, a rispettare la normativa e l’ambiente. (s.b.)

07 Mar

Offerta Wynn’s

Offerta Wynn’s

DIESEL PARTICULATE FILTER CLEANER

Wynn’s Diesel Particulate Filter Cleaner è un trattamento chimico della “linea consumer” , sviluppato per i motori diesel con sistemi di trattamento dei gas di scarico (FAP/DPF) intasati o che tendono ad intasarsi.

    • Riduce la formazione di ceneri e depositi durante il ciclo di combustione del carburante.
    • Pulisce facilmente e rigenera i filtri antiparticolato dei motori diesel senza bisogno di smontaggio.
    • Favorisce la completa combustione delle particelle di particolato durante la guida.
    • Riduce i costi di mantenimento dovuti alla rigenerazione manuale del filtro anti particolato intasato.
    • Ottimizza la combustione diminuendo il consumo di carburante.
    • Adatto soprattutto per chi effettua percorsi cittadini oppure percorre abitualmente brevi tratti.
    • Può essere usato in aggiunta al sistema FAP delle Case costruttrici.
    • Risultato rapido!

APPLICAZIONI

Per tutti i motori diesel con ogni tipo di filtro antiparticolato.
Idoneo per tutti i tipi di diesel e biodiesel fino a B30.
Versare semplicemente nel serbatoio del carburante!

ISTRUZIONI

Aggiungere un flacone di 325 ml in almeno 40 litri di gasolio.
Utilizzare ogni 3 pieni oppure 3000 km.

IMBALLO

PN 28272 – 12x325ml – IT/FR/DE/NL

CARATTERISTICHE

CONSUMER

Il sistema di alimentazione di una macchina è un sistema di alta ingegneria ed estremamente sensibile alla qualità del carburante e il livello di impurità che transitano al suo interno. La presenza di impurità nel carburante e i depositi che si creano all’interno del sistema di alimentazione possono aumentare il rumore del motore, le emissioni allo scarico, i consumi e ridurre la lubrificazione e la potenza del motore. Utilizzare regolarmente i trattamenti per carburante Wynn’s aiuta a mantenere pulito il sistema di alimentazione e favorisce il buon funzionamento del motore, riducendo drasticamente le emissioni nocive e il consumo. Tutto questo vi farà risparmiare denaro ed è un bene per l’ambiente!

Per altre Info scarica la Scheda Tecnica

03 Mar

Promozione Redline

Promozione Redline

PROMOZIONE REDLINE

Acquista una coppia dischi freno
IN OMAGGIO
una serie pastiglia freno

in collaborazione
Redline - Asian American Parts